fbpx
5 consigli per risparmiare sul carburante - Itemacom
1030
post-template-default,single,single-post,postid-1030,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

5 consigli per risparmiare sul carburante

risparmi sul carburante

5 consigli per risparmiare sul carburante

Vorreste risparmiare un po’ sulle spese per il carburante? Certamente, non è una cattiva idea. Anzi, al contrario, potrebbe rivelarsi un’ottima e proficua abitudine. Non a caso, la quantità di carburante consumata sui mezzi e sui veicoli da lavoro dipende anche da noi e, in particolare, da coloro che li usano di più.  Pertanto, ci sono alcuni consigli che possiamo seguire per risparmiare sul carburante: ecco le 5 indicazioni principali, ovvero quelle che non dovremmo mai sottovalutare.

1. I controlli frequenti

Il carburante può essere risparmiato anche grazie ai controlli periodici. In particolare, non dimenticate di controllare regolarmente la pressione dei pneumatici, considerando soprattutto la pressione consigliata a pieno carico.

2. La partenza

Prima di mettersi in viaggio, bisogna considerare la fase della partenza. Per la maggior parte dei mezzi, oramai, non serve più riscaldare il motore prima di partire, e perciò si tratta solamente di uno spreco di benzina o gasolio. È consigliabile partire subito dopo aver acceso il motore e inserire la seconda dopo pochi secondi.

3. La velocità

La velocità fa sempre la differenza, così come la marcia. Per risparmiare sul carburante sarebbe sempre meglio viaggiare mantenendo la marcia più alta possibile. Normalmente, ci si può basare sul fatto che la terza andrebbe inserita al raggiungimento dei 30 km/h, la quarta a 40, la quinta a 50 e così via. Inoltre, è opportuno cercare di mantenere una velocità costante, evitare di fare troppe frenate e di accelerare troppo spesso.

4. Gli “extra”

Possiamo definire un “extra” l’uso del climatizzatore che, in alcuni casi possiamo evitare, ma può essere un extra anche il mantenimento del motore acceso nei momenti in cui non ne abbiamo bisogno. Pertanto, per risparmiare sul carburante, è utile spegnere il motore quando ci si trova in sosta prolungata, in corrispondenza di un passaggio a livello e in ogni caso in cui l’attesa da fermi non sia destinata a durare poco. Si consiglia ovviamente di non spegnere il motore durante la marcia, ma neanche di accelerare in discesa.

5. I dispositivi da non sottovalutare

Seguendo i suggerimenti che abbiamo appena elencato, è possibile contare su un notevole risparmio sui consumi di carburante. Tuttavia, è naturale che puntare sulla tecnologia è sempre una buona idea: è possibile avvalersi dei tappi allarmati, che permettono di evitare i furti di carburante, ma anche di una sonda di livello capacitiva che, una volta collegata a un impianto di localizzazione satellitare, può conservare importanti dati e aiutarci a monitorare i consumi e a capire dove e quando è possibile risparmiare.

Le nostre sonde per carburante memorizzano le analisi dei percorsi (conservano lo storico) e registrano in tempo reale i rifornimenti, i prelievi e l’attuale disponibilità di carburante sui singoli mezzi. Tutto questo consente un costante controllo e una conseguente riduzione dei costi. Molti imprenditori le hanno utilizzate e si sono già resi conto che, analizzando attentamente i consumi, si possono prevenire perdite ed errori, arrivando a risparmiare migliaia di euro all’anno. In pratica, risparmiare sul carburante è possibile e, con le buone abitudini, possiamo ottimizzare i costi aziendali e rimanere ampiamente soddisfatti.